Sfilata Abiti da Sposa 2012 – Articolo + Servizio Fotografico

Sfilata Abiti da Sposa 2012 – Articolo + Servizio Fotografico

27 agosto 2012 3 Di Pro Loco Capracotta

“C’era una volta …. e c’è ancora” questo il titolo della sfilata di abiti da sposa dagli anni 1930 al 1983, che sabato 25 agosto, si è svolta, a partire dalle ore 21.30, in via Carfagna a Capracotta, nell’incantevole scenario notturno dominato dalla Chiesa Madre di Capracotta. La manifestazione promossa dal compaesano, e artista-imprenditore della moda, Sebastiano Di Rienzo in collaborazione con la Pro Loco Capracotta e il Comune di Capracotta, ha visto sfilare settantatre abiti da sposa indossati da splendide ragazze e donne, molte già sposate, di Capracotta, che hanno recitato in modo eccezionale il ruolo loro affidato.

La sfilata è stata aperta dal costume capracottese maschile del ‘700 di cui la stampa dell’epoca recitava:

“Uomo del paese di Capracotta, provincia contado di Molise, con la sua figura di dietro. Cappello e berrettino bianco in testa, cravatta bianca alla gola, Giamberghino Turchino con asole e bottoni celesti, Velata e calzoni di colore blò, con asole e bottoni celesti, calzette bianche con legami rossi”; (Indossato da Vincenzo di Rienzo)

e dal costume femminile d’epoca, cui la seguente descrizione:

“Costume per donne nubili, composto da gonna e sottogonna, con doppio fustino e camicia con maniche speciali. Fazzoletto con frangia e copricapo con spillone”.(Indossato da Valentina Di Vito).

L’evento che aveva come presentatore Bruno Cerimele di Agnone, ha avuto la partecipazione straordinaria della bravissima soprana cinese Hongmei Nié, che ha cantato canzoni liriche e in dialetto napoletano, donando alla serata quell’atmosfera di grande sfilata e di grande spettacolo artistico.

Una serata unica e irripetibile nel suo genere, con una grande partecipazione popolare proveniente anche da fuori Capracotta, ha fatto conoscere ancora una volta l’alta sartoria che esisteva nel nostro paese agli inizi del novecento e che si è affermata, poi, anche a livello internazionale, portando alto il nome della sartoria italiana nel mondo.

Ancora una volta un immenso ringraziamento a Sebastiano di Rienzo, il vero “deus ex machina” dell’evento.

Per voi tutti una rassegna fotografica dell’evento.

(Oreste D’Andrea)

[2351 visualizzazioni]